Seleziona una pagina

KÉPI BLANC

Ideazione di una streetwear label ispirata alla Legione Straniera.

In questo nome si identificano uomini provenienti da 141 nazioni. Sono i Legionari della Légion Etrangère. Alcuni di loro sono qui illustrati – nel loro “wear in combat”.

La fonte e la ispirazione cultural-filosofica del nome Képi Blanc è forte – e volutamente insospettabile, a primo acchito.  Così, per esempio nel poster de Legionario con le braccia incrociate, si legge: “ Vince due volte chi nell’ora della vittoria vince sé stesso.” – La donna con la spada: “Non voglio uno scudo che mi impacci e mi disturbi: non voglio altro che la spada.”  – Il legionario con la donna in spalla: “I bambini giocano ai soldati. Ciò è comprensibile. Ma perché i soldati giocano a fare i bambini?”. E ci siamo anche noi tutti – in una immagine procovante, noi prescelti – ritratti nel combattimento nostro primissimo.

Il bianco di Képi Blanc trae, tra l’altro, anche dal fatto che siamo venuti al mondo puri e spogli. Al termine della nostra esistenza, se ci siamo comportati bene, se abbiamo superato tutti gli ostacoli, dovremmo ancora esserlo.

Il sodalizio con la Legione Straniera prevede il coinvolgimento in Puyloubier (l’Istituzione degli Invalidi della Legione Straniera che accoglie gli anziani reduci in una struttura sanitaria che consente loro di continuare a svolgere semplici lavori), in La Ciotat  (il Centro alberghiero e di accoglienza della Legione Straniera, che permette di ospitare i Legionari durante la licenza con o senza i propri familiari), ed in La Malmousque (il Centro di riposo della Legione Straniera che accoglie sempre i Legionari in licenza).

MFS è coinvolto sin dal naming – come art director e brand manager di Képi Blanc. La Collezione Wear in Combat sarà per l’Uomo e per la Donna. La Collezione Wear in Conflict sarà per la moda Junior.

Pin It on Pinterest